Licenziamenti e repressione. Per chi suona la campana.

L’aumento delle crisi aziendali e lo sblocco dei licenziamenti sono fattori oggettivi che dimostrano ancora una volta la reale portata dell’attacco indiscriminato che i padroni conducono contro migliaia e migliaia di lavoratori su tutto il territorio nazionale, da Nord a Sud.  Tutte le associazioni padronali, in combutta con il governo Draghi, rappresentative delle maggiori industrie guidate da capitali nazionali o stranieri, marciano unite ed intonano … Continua a leggere Licenziamenti e repressione. Per chi suona la campana.

La “catastrofe” perenne del popolo palestinese

di GA e RdB Le brutali aggressioni da parte dello Stato sionista nei territori palestinesi confermano ancora una volta il volto criminale ed assassino di uno Stato colonialista che fonda il proprio  dominio politico, economico e  militare su una popolazione perennemente martoriata e umiliata. La  ritrovata unità dei partiti israeliani intorno alla figura corrotta di Netanyahu indica la volontà dei sionisti di uscire dalla propria … Continua a leggere La “catastrofe” perenne del popolo palestinese

Nessuna fiducia in Draghi. Licenziamo questo governo!

La stella polare che guida l’esecutivo di Mario Draghi e unisce tutte le forze politiche, dalla Lega di Salvini al PD di Zingaretti, è un preciso programma di attacco al mondo del lavoro e un netto peggioramento delle condizioni di milioni di lavoratori e lavoratrici. Le regole del gioco, definite in ambito europeo, sono chiare: le controriforme in cambio di una pioggia di miliardi di … Continua a leggere Nessuna fiducia in Draghi. Licenziamo questo governo!

La grande ammucchiata è servita! Costruire l’opposizione della classe lavoratrice contro il governo Draghi.

di GA La formazione del nuovo governo Draghi ha determinato l’alleanza politica di tutti i partiti della grande e piccola borghesia italiana con l’ingresso nel nuovo esecutivo da parte della Lega, di Forza Italia, del Partito Democratico, del M5S, di LEU e di IV. La stessa Giorgia Meloni, pur rimanendo, per fini elettorali, al di fuori della grande ammucchiata, ha comunque dichiarato il massimo rispetto … Continua a leggere La grande ammucchiata è servita! Costruire l’opposizione della classe lavoratrice contro il governo Draghi.

“Whatever it takes/Tutto ciò che serve” per salvare industriali e banchieri!

La crisi istituzionale aperta da Matteo Renzi ma soprattutto spalleggiata dalla Confindustria di Carlo Bonomi ha visto ben presto la fine delle trattative per la formazione di una nuova maggioranza parlamentare farlocca intorno al premier Conte. La stessa maggioranza PD-M5S-LEU si è piegata immediatamente al ruolo primario assunto nelle ultime settimane dal Presidente della Repubblica nella designazione di un nuovo Presidente del Consiglio. Tale azione … Continua a leggere “Whatever it takes/Tutto ciò che serve” per salvare industriali e banchieri!

Il mercato parlamentare e la crisi del governo Conte

Di GA La compravendita lastminute di deputati e senatori in corso nella stanza dei bottoni e nel mercato delle aule parlamentari certifica l’apoteosi della crisi politica e del marciume che regna fra le forze politiche borghesi che sostengono l’esecutivo PD-M5S-LEU del premier Conte. L’appello all’unità e al dialogo con i settori delle destre sovraniste e liberali della Lega e Forza Italia non è altro che … Continua a leggere Il mercato parlamentare e la crisi del governo Conte

LE ELEZIONI CONFERMANO L’INSTABILITÀ POLITICA DI UNA BORGHESIA IN CRISI E L’INUTILITÀ DEL POPULISMO PICCOLO BORGHESE! COSTRUIRE L’ALTERNATIVA OPERAIA E SOCIALISTA AD UN REGIME DECADENTE!

Il fatto che ad ogni tornata elettorale tutti i partiti cantino vittoria rappresenta soltanto una delle sceneggiate del teatrino della politica borghese. Stavolta però si raggiungono rari picchi di ilarità. Non ci riferiamo banalmente al dato matematico di un pareggio (3 a 3) alle regionali, ma alla condizione di crisi politica che coinvolge tutti i partiti, e quindi l’intero sistema, figlia di una ancora più … Continua a leggere LE ELEZIONI CONFERMANO L’INSTABILITÀ POLITICA DI UNA BORGHESIA IN CRISI E L’INUTILITÀ DEL POPULISMO PICCOLO BORGHESE! COSTRUIRE L’ALTERNATIVA OPERAIA E SOCIALISTA AD UN REGIME DECADENTE!

Referendum costituzionale, elezioni regionali/amministrative e la necessità di costruire una sinistra rivoluzionaria nelle lotte

di DC, GA, RdB Il passaggio dalla stagione estiva alla (calda) stagione autunnale sarà quest’anno scandito da un fardello elettorale, poiché il 20-21 settembre si terranno nella stessa tornata: le elezioni per il rinnovo di sette consigli regionali, le elezioni amministrative per un migliaio di comuni (Venezia, Reggio Calabria, Crotone, ecc.), le elezioni suppletive per il Senato (collegi di Sardegna e Veneto) ed infine il … Continua a leggere Referendum costituzionale, elezioni regionali/amministrative e la necessità di costruire una sinistra rivoluzionaria nelle lotte

Le “Sardine” in soccorso del PD e Podemos al governo nello Stato spagnolo

Le false alternative “di movimento” e la necessità del partito rivoluzionario di NI e RdB La salute della democrazia borghese si misura nella possibilità delle classi dominanti di garantire condizioni sociali accettabili ad un’ampia parte della popolazione, per mantenere la propria egemonia e il controllo sulla società. Pertanto, il precipitare della crisi economica mondiale e la crisi del sistema neoliberista, togliendo iniziativa strategica alla borghesia, … Continua a leggere Le “Sardine” in soccorso del PD e Podemos al governo nello Stato spagnolo

La Lega non sfonda…il M5S crolla…il governo traballa. Le fibrillazioni del sistema politico all’indomani delle elezioni regionali

Di D.T. I risultati delle recenti elezioni regionali offrono una panoramica abbastanza fedele dell’instabilità dello scenario politico e mostrano, una volta di più, i limiti dell’ascesa politica di Salvini. Al tempo stesso il governo, che allontana temporaneamente lo spettro delle elezioni anticipate, non ha alcuna ragione per tirare un sospiro di sollievo. Le elezioni regionali In Emilia Romagna il candidato del centrosinistra Bonaccini vince con … Continua a leggere La Lega non sfonda…il M5S crolla…il governo traballa. Le fibrillazioni del sistema politico all’indomani delle elezioni regionali