Dichiarazione del Centro Socialista Internazionale ‘Christian Rakovsky’: Abbasso il “Piano” Trump per la liquidazione della Palestina! L’imperialismo americano fuori dal Medio Oriente!

1. Il cosiddetto “Piano per la pace tra Israele e Palestina”, pomposamente annunciato dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump il 28 gennaio 2020, non è altro che una cinica dichiarazione di guerra contro il popolo palestinese e il suo inalienabile diritto all’autodeterminazione, nonché una minaccia mortale contro tutti i popoli oppressi della regione e nel mondo. È un piano per l’annessione della Valle del … Continua a leggere Dichiarazione del Centro Socialista Internazionale ‘Christian Rakovsky’: Abbasso il “Piano” Trump per la liquidazione della Palestina! L’imperialismo americano fuori dal Medio Oriente!

Echi di guerra dalla Libia. La spartizione delle regioni libiche fra potentati locali e potenze imperialiste

di GA Quando il premio Nobel per la pace, l’ex presidente “democratico” degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, decise nel 2011 di bombardare la Libia e di spodestare il regime di Gheddafi non calcolò minimamente il prezzo delle innumerevoli sofferenze che il popolo libico avrebbe dovuto patire da lì in avanti. Le dichiarazioni postume di Obama, ipocrite come quelle dell’ex primo ministro britannico e laburista … Continua a leggere Echi di guerra dalla Libia. La spartizione delle regioni libiche fra potentati locali e potenze imperialiste

Sul referendum in Macedonia

Dichiarazione del Partito politico “Levica” dalla Repubblica di Macedonia Il 30 settembre, il popolo di un piccolo pacifico paese dei Balcani ha mostrato la sua resistenza contro la politica ricattatrice delle più grandi potenze imperialiste e il loro intervento per piegarlo ai propri interessi: l’ingresso della Repubblica di Macedonia nella alleanza NATO. In questo giorno, macedoni, albanesi, turchi, valacchi, serbi, Rom, bosniaci e membri di … Continua a leggere Sul referendum in Macedonia

No ad un altro massacro in Siria

Di Jorge Altamira Il governo di Bashar al-Assad ha riconquistato il territorio siriano con l’aiuto di forniture e aviazione dalla Russia e con la partecipazione della Guardia rivoluzionaria iraniana e delle milizie di Hezbollah. Ora si appresta a rilevare la provincia di Iblid (dove vivono tre milioni di persone), nella Siria nord-occidentale, con l’intervento dell’aviazione russa e la certezza che causerà un enorme massacro nella … Continua a leggere No ad un altro massacro in Siria