La pandemia e la burocrazia stalinista: la necessità di un bilancio. Una critica ai compagni del Centro Socialista Balcanico Christian Rakovsky

Questo articolo è in risposta a due testi pubblicati su RedMed, le cui traduzioni sono disponibili nel nostro sito: Verso un Primo Maggio Rosso di lotta per la nostra vita, in solidarietà con gli operatori sanitari e con tutti gli oppressi del mondo! La pandemia da Coronavirus: che differenza farebbe il socialismo   Danilo Trotta (Prospettiva Operaia) Nicolas Marrero (Partido de los Trabajadores – Uruguay) … Continua a leggere La pandemia e la burocrazia stalinista: la necessità di un bilancio. Una critica ai compagni del Centro Socialista Balcanico Christian Rakovsky

Dopo l’atto di guerra

di Jorge Altamira Con l’assassinio del generale iraniano Qassam Soleimani e della sua scorta all’aeroporto di Baghdad, Trump ha esteso la prerogativa statunitense di lunga data riguardo le esecuzioni selettive giudiziarie o extragiudiziali, in patria o all’estero, ai rappresentanti pubblici degli Stati esteri. Prende così forma l’instaurazione di uno stato di emergenza internazionale, che sotterra l’intero sistema bugiardo della “comunità internazionale” e delle sue istituzioni. … Continua a leggere Dopo l’atto di guerra

Le mobilitazioni a Hong Kong sono un colpo alla restaurazione capitalista in Cina

di NR Le massicce mobilitazioni di Hong Kong, iniziate come opposizione ad un progetto di legge per estradare i suoi abitanti (oppositori) in Cina, sono cresciute incorporando rivendicazioni sociali come il diritto alla casa e miglioramenti nelle condizioni di vita. Rivendicazioni nei confronti delle autorità di Hong Kong e Cina. Manifestazioni impetuose e di massa entrano nel loro quarto (in questo momento quinto, n.d.r.) mese … Continua a leggere Le mobilitazioni a Hong Kong sono un colpo alla restaurazione capitalista in Cina

Le contraddizioni del “Cina delenda est”, “La Cina deve essere distrutta”

di Cristian Canete (Partido Obrero – Argentina) La guerra tecnologica Immediatamente dopo la “dolorosa deportazione” di Huawei e delle tecnologie cinesi da parte degli americani, il presidente cinese Xi Jinping ha risposto con un’eloquente presa di posizione visitando personalmente la fabbrica di “terre rare” (per terre rare si intende la composizione di 17 elementi chimici presenti in natura utilizzati per la fabbricazione di apparecchi tecnologici, … Continua a leggere Le contraddizioni del “Cina delenda est”, “La Cina deve essere distrutta”

Cina: tra la crisi mondiale e il risveglio operaio

di Pablo Heller La Cina ha registrato il suo tasso di crescita annuale più basso dal 1990. L’economia è cresciuta del 6,6% l’anno scorso, con una tendenza al ribasso. Nel quarto trimestre ha rallentato a un tasso annuo del 6,4%, il livello più basso dai primi mesi dello scoppio della crisi finanziaria del 2008. Le autorità hanno evidenziato le difficoltà sul fronte “esterno”, come conseguenza … Continua a leggere Cina: tra la crisi mondiale e il risveglio operaio

LA CRISI CAPITALISTA MONDIALE E LA GUERRA IMPERIALISTA. La necessità di una “guerra alla guerra”

Un decennio e più di crisi La crisi economica che attanaglia il mondo da oltre un decennio, la Terza Grande Depressione, è la più grande crisi capitalista della storia. Nessun economista si azzarda nel prospettare quando e come la crisi possa finire. Né ci sono riuscite le misure straordinarie prese dai governi e dalle banche centrali dopo la bancarotta della Lehman Brothers, con i fiumi … Continua a leggere LA CRISI CAPITALISTA MONDIALE E LA GUERRA IMPERIALISTA. La necessità di una “guerra alla guerra”

Il carattere della guerra nel XXI secolo: Russia e Cina sono un bersaglio o una parte della guerra?

Di Levent Dölek* La promessa di uno sviluppo capitalistico pacifico dietro la maschera della “globalizzazione”, che è stata la componente più significativa dell’attacco ideologico del capitalismo, è svanita [1]. Il mondo intero si rende conto che siamo sull’orlo di una nuova guerra. È ormai ampiamente accettato che gli Stati Uniti costituiranno una parte delle forze combattenti, mentre la Russia e la Cina, in una forma … Continua a leggere Il carattere della guerra nel XXI secolo: Russia e Cina sono un bersaglio o una parte della guerra?

La classe operaia alza sempre più la testa in Cina

Di Jorge Altamira   Proteste e mobilitazioni sono state molto frequenti in Cina, come conseguenza del processo di restaurazione capitalista che si sta svolgendo in quel paese da quasi quarant’anni. Le statistiche ufficiali le registrano sotto il titolo di “incidenti”; in alcuni anni hanno raggiunto le centinaia di migliaia. In alcuni casi, sono stati occupati interi municipi. Sono legati all’esproprio di terreni dei contadini, alle … Continua a leggere La classe operaia alza sempre più la testa in Cina