Amazon sconfigge la sindacalizzazione in Alabama

Di Emiliano Monge 12/04/2021 Il referendum per la sindacalizzazione dei lavoratori di Amazon in Alabama ha registrato una sconfitta con un margine di 2 a 1. La campagna ha attirato un’attenzione politica e mediatica senza precedenti, compreso un sorprendente discorso di Biden, in cui ha invitato a votare sì. Anche se in passato il presidente Franklin Delano Roosevelt ha sostenuto la sindacalizzazione dei lavoratori dell’industria, … Continua a leggere Amazon sconfigge la sindacalizzazione in Alabama

Brasile: manovre sull’orlo del baratro

La pandemia è un fattore storico della crisi capitalistica che si è manifestata nelle sue molteplici determinazioni. La totalità dell’impasse del regime storico del capitale nella sua epoca di decomposizione vede la depredazione dell’ambiente, la mancanza delle condizioni di vita, lavoro, abitazione e salute. Il Brasile ne è attualmente il centro mondiale. Si tratta dello stato in cui il virus si diffonde in maniera totalmente … Continua a leggere Brasile: manovre sull’orlo del baratro

Lotta mineraria in Ucraina: “Molte persone se ne stanno andando, ma io sto crescendo due bambini da sola e non posso andarmene.”

di Anatoly Chumulak e Gregory Globa Maya Konstantinovna Chaban è una operatrice di macchine per il sollevamento del carbone alla miniera Oktyabrskaya. È una delle lavoratrici incriminate dopo il vittorioso sciopero di 43 giorni per i salari e le condizioni di sicurezza.(https://politicaobrera.com/internacionales/4219-ucrania-huelga-minera-y-criminalizacion-de-la-protesta). Anche se lei non ha smesso di lavorare e non ha partecipato all’occupazione sotterranea, “parla troppo”: ha filmato e pubblicato video che mostrano … Continua a leggere Lotta mineraria in Ucraina: “Molte persone se ne stanno andando, ma io sto crescendo due bambini da sola e non posso andarmene.”

Turchia: Tayyip scappa scappa scappa, arrivano le donne!

Dopo solo pochi anni dall’entrata in vigore la Turchia esce dalla Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta nei confronti delle donne e la violenza domestica. Il 20 Marzo con un decreto presidenziale Erdogan ha reso chiara l’idea già palese che le pressioni conservatrici e capitaliste sono sempre le più forti. L’assurda motivazione di questa decisione risiederebbe nel fatto che, secondo le frange più … Continua a leggere Turchia: Tayyip scappa scappa scappa, arrivano le donne!

Libertà per Ricardo Vásquez, leader nazionale del Sindacato Starbucks Cile!

Intorno alle 18:00 di venerdì 19 marzo, Ricardo stava tornando a casa dalle vicinanze di Plaza Dignidad, dopo la sua giornata di lavoro, quando è stato arrestato dai Carabineros de Chile, la polizia assetata di sangue di Sebastián Piñera, all’angolo da Irene Morales y Corvalán, Santiago del Cile. Dopo sei ore senza sapere dove si trovasse, l’Istituto Nazionale dei Diritti Umani (Instituto Nacional de Derechos … Continua a leggere Libertà per Ricardo Vásquez, leader nazionale del Sindacato Starbucks Cile!

Il diritto all’aborto: una vittoria storica che apre nuove strade

Con la legalizzazione dell’aborto in Argentina, il 29 dicembre 2020 è stata una giornata storica per il movimento delle donne. In questo articolo, da noi tradotto, il compagno argentino Marcelo Ramal, del Partido Obrero – Tendenza, contestualizza tale risultato, ottenuto a seguito di anni di dura lotta da parte delle donne, con la partecipazione attiva del movimento operaio, e i ruoli ostili e opportunisti assunti … Continua a leggere Il diritto all’aborto: una vittoria storica che apre nuove strade

Assalto al Campidoglio, prime scaramucce di una guerra civile

Pubblichiamo la traduzione dell’articolo di Marcelo Ramal uscito su Polìtica Obrera lo scorso 7 Gennaio: Asalto al Capitolio, primeras escaramuzas de una guerra civil – Política Obrera (politicaobrera.com) Diversi corrispondenti accreditati a Washington concordano nel sottolineare la facilità – per non dire l’impunità – con cui gruppi suprematisti e fascisti simpatizzanti di Trump hanno fatto irruzione in Campidoglio ieri pomeriggio per ostacolare la sessione del … Continua a leggere Assalto al Campidoglio, prime scaramucce di una guerra civile

Erdoğan e il progetto di un sultanato dai piedi d’argilla

di GA Nel corso degli ultimi anni la Turchia di Recep Tayyip Erdoğan è stata indubbiamente uno dei principali protagonisti della scena politica internazionale in vari contesti di crisi e in vari scenari di guerra. L’impegno politico e militare che ha assunto nei numerosi fronti internazionali (Siria, Libia, Nagorno-Karabakh, Somalia, Cipro, Libano, Grecia) e nazionali (lotta contro i curdi in Turchia e nel Kurdistan siriano, … Continua a leggere Erdoğan e il progetto di un sultanato dai piedi d’argilla

Assalto al Campidoglio: fine del trumpismo o prodomi di una guerra civile?

di GA e Rdb In un clima surreale, ma non inaspettato, lo scorso 6 gennaio è stata messa in scena una delle migliori performance hollywoodiane con l’assalto, non alla dirigenza, ma ai palazzi, del potere da parte delle forze trumpiste di estrema destra. Il regista di questa rappresentazione è stato senza ombra di dubbio Donald Trump, che ha anche in tale frangente tenuto il proprio … Continua a leggere Assalto al Campidoglio: fine del trumpismo o prodomi di una guerra civile?

Elezioni presidenziali 2020, gli USA puntano sul democratico Biden… per proseguire nel proprio declino!

Non accadeva da 40 anni che il governo degli Stati Uniti, il più potente paese al mondo, cambiasse colore politico dopo appena un mandato (4 anni), il che è già un primo segnale di cosa il trumpismo sia stato (nella realtà, non nella propaganda del Tycoon o nelle analisi astratte di una sinistra terrorizzata): l’illusione protezionista per uscire dalla crisi; un finto isolazionismo, tradito il … Continua a leggere Elezioni presidenziali 2020, gli USA puntano sul democratico Biden… per proseguire nel proprio declino!