IL 29 GENNAIO SCIOPERIAMO!

Veniamo da un anno in cui la pandemia da Corona Virus ha fatto esplodere tutte le contraddizioni più grandi del capitalismo. Per preservare gli interessi della borghesia, le politiche di rallentamento della curva dei contagi hanno messo in conto un numero più alto di decessi (sono mesi che conviviamo con centinaia di morti al giorno) e costringono ogni giorno milioni di lavoratori e lavoratrici a recarsi al lavoro in scarsissime condizioni di sicurezza. Sono aumentate disuguaglianze sociali, precarietà e disoccupazione. La crisi economica, aggravata dallo svilupparsi della pandemia e dalla convivenza con essa, prevede scenari catastrofici. Nei prossimi mesi la fine del blocco dei licenziamenti e le già annunciate chiusure di imprese porteranno a un avanzamento della macelleria sociale. 

Ai lavoratori non resta che unirsi nella lotta. Da mesi è in atto il percorso dell’Assemblea delle Lavoratrici e dei Lavoratori Combattivi, che sosteniamo attivamente. Il prossimo passo di questo percorso sarà proprio lo sciopero generale del 29 Gennaio.

Sebbene in sede assembleare abbiamo ribadito alcune perplessità riguardo la precipitazione della data dello sciopero a gennaio (in modo da garantirne una preparazione maggiore e prevedere la partecipazione più ampia di altre aree sindacali e altri settori), lavoriamo convinti per la migliore riuscita dello sciopero, in particolar modo nei settori della Logistica, delle Telecomunicazioni, della Scuola e in importanti aziende metalmeccaniche.

Invitiamo, quindi, tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici a scioperare e a unirsi alla lotta che  continuerà dal giorno dopo. Solo un intervento della classe lavoratrice unita potrà imporre soluzioni realmente efficaci alla crisi economica e pandemica. Venerdì 29 quindi scenderemo in piazza per rivendicare:  

  • Forti aumenti salariali
  • No ai licenziamenti e riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario
  • Salario medio garantito a tutti i proletari, occupati e disoccupati
  • La tutela senza se e senza ma della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro e l’astensione da questo in caso di qualsiasi seppur minima violazione delle norme anti-Covid
  • Abolizione dei decreti sicurezza e misure antisciopero

NON SIAMO CARNE DA MACELLO!

IL 29 GENNAIO SCIOPERIAMO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...